Le immagini che accompagnano un viaggio psichedelico sono una parte fondamentale dell'esperienza. Anche chi non ha mai avuto il piacere sapere da dove provengono quei frattali vorticosi, vorticosi e mutevoli incorporati nella nostra coscienza culturale. Pareti che respirano, luci che si trascinano, oggetti che si fondono e vanno alla deriva, colori che cambiano, volti che appaiono dal buio. Sono esperienze che gli esseri umani hanno cercato fin da quando i nostri antichi antenati hanno assunto psichedelici. Eppure, non sappiamo ancora bene quali siano le cause di questi fenomeni sorprendenti, bizzarri e talvolta un po' spaventosi. 

Foto di Jr Korpa su Unsplash

Sembra una follia, vero? Ma ci sono ancora così tante cose che non conoscere il mistero della coscienza umana e degli psichedelici stessi. Tuttavia, scienziati e ricercatori sono sempre a lavorare cercando di rendere l'immagine un po' più chiara. Il che ci porta alla splendida notizia che alcuni di questi laboriosi lavoratori sono riusciti a far sì che un computer AI iniziasse a generare immagini della DMT!

La storia della ricerca visiva psichedelica

E non stiamo parlando del salvaschermo che accompagna il vostro computer portatile. Si tratta di vere e proprie immagini basate sui dati - e sentite questa: i ricercatori non avevano l'obiettivo di trovare queste immagini. Sono stati i volti a trovarle! Prima di entrare nel merito, però, facciamo un tuffo nella lunga storia della ricerca visiva psichedelica!

 Esploratori e studiosi psiconauti hanno mappato gli effetti degli psichedelici sui nostri sensi per molti, molti anni. Per esempio, negli anni Venti Heinrich Klüver, uno psicologo percettivo dell'Università del Minnesota, continuò la grande tradizione della sperimentazione su cavie somministrandosi il peyote. Come parte della sua ricerca sulle allucinazioni, documentò i cambiamenti visivi durante il viaggio. Notò che molti degli schemi che ricorrevano presentavano significative somiglianze con le forme presenti nell'antica arte rupestre e nei dipinti astratti di Joan Miró. Questo gli fece ipotizzare che tali forme fossero innate nella visione umana, cioè qualcosa che tutti i nostri cervelli sono in grado di proiettare o creare naturalmente. 

Joan Miro, Il Carnevale di Arlecchino, 1924/5

Quattro modelli psichedelici chiave

Ha identificato quattro tipi di schemi visivi che ha chiamato "costanti di forma". Si trattava di spirali, tunnel, ragnatele e lettighe. (ad esempio scacchiere, triangoli e nidi d'ape). Cinquant'anni dopo Jack Cowan e Bard Ermentrout dell'Università di Chicago tentarono di utilizzare le teorie matematiche per riprodurre le costanti di forma identificate da Klüver. Ritenevano che questo potesse aiutare a visualizzare i circuiti cerebrali. Nel 1979 pubblicarono un documento che dimostrava che i neuroni del primo strato della corteccia visiva mostravano un'attività elettrica che poteva essere direttamente tradotta nei tipici frattali geometrici che le persone vedono durante i trip. Ciò significa che le allucinazioni che vediamo potrebbero essere una replica dell'architettura e della forma della rete neurale del cervello. Come ha spiegato Cowan; 

"Il modo in cui la corteccia è cablata produce solo questo tipo di schemi".

Le quattro costanti di forma di Heinrich Kluver

L'intelligenza artificiale inizia a fare le facce...

Questo ci porta al punto in cui ci troviamo oggi: l'intelligenza artificiale che genera immagini psichedeliche per conto di ricercatori. Per questo particolare progetto Josie Kins, un ricercatore psichedelico, ha creato, insieme a un team di collaboratori, un modello di intelligenza artificiale utilizzando la rete StyleGAN v2. Hanno poi "addestrato" il modello inserendo i dati di oltre 4.000 immagini di arte psichedelica e visionaria provenienti da Internet. Il ruolo di Kins come amministratore di /r/Replicazioni, una comunità Reddit incentrata sulla condivisione e la raccolta di immagini e repliche degli Stati Alterati di Coscienza. (ASC), è stato fondamentale per la raccolta di queste immagini.

Screenshot dal video caricato da Josie Kins

L'intelligenza artificiale, dopo aver ingurgitato tutte queste immagini, ha iniziato a generare i soliti modelli frattali e geometrici associati a tutti gli psichedelici. Tuttavia, ben presto ha iniziato a generare volti. Volti che assomigliavano a quelli che Terence McKenna ha definito "elfi macchina". Queste creature psichedeliche sono conosciute come una delle comuni evocazioni della mente durante l'assunzione di DMT. Le allucinazioni da DMT sono note per essere ben distinte da altre visioni psichedeliche: ad esempio su /r/Replications l'utente 'abomnibot' condivide; 

"La DMT è sempre stata molto... più nitida per me? Ho sempre pensato che avesse un aspetto digitale, se ha senso, rispetto all'LSD o ai funghi, che sono sempre stati molto più fluidi e... fondenti?".

Incontro con gli elfi della macchina

Circa una su trenta delle immagini prodotte dall'IA conteneva queste creature. È affascinante che un computer, addestrato a pensare come noiAnche le macchine generano immagini di questo tipo. È anche interessante che le allucinazioni da droghe descritte come più "digitali" siano quelle che una macchina ha scelto. Rimanere fedeli a ciò che si conosce, credo!

Molte persone che sperimentano viaggi con la DMT in cui incontrano questi elfi macchina, o entità DMT, la classificano come un'esperienza altamente significativa e importante. Nel 2020 il Journal of Psychopharmacology ha pubblicato una studio che ha intervistato 2.561 adulti che avevano sperimentato incontri con queste entità mentre erano sotto DMT. 99% degli intervistati hanno avuto una risposta emotiva, generalmente positiva, con 65% che hanno provato "gioia" e 59% "amore". Inoltre, i ¾ degli intervistati ritengono che queste creature provengano da un altro mondo, realtà o dimensione. 

Potremmo (se volessimo essere drammatici) suggerisce che questo sistema di intelligenza artificiale ci sta rivelando esseri di un'altra dimensione! Ecco un'idea...

Gli psiconauti dicono la loro

Sebbene si tratti di cose affascinanti, molti psiconauti ritengono che ci siano variabili che non possono essere quantificate in una formula matematica o algoritmica. Gran parte delle immagini psichedeliche sono anche legate alla nostra esperienza, al nostro stato d'animo, ai nostri sogni e alle nostre paure e al nostro ambiente. Certo, l'intelligenza artificiale è stata alimentata con migliaia di immagini, ma non è in grado di inserire la risposta emotiva e i sentimenti individuali reali provati da una persona. 

Su /r/Replicators l'utente 'jake_megabyte' dichiara;

"...la maggior parte delle repliche si basano semplicemente sull'idea che i "frattali" e la "geometria" siano il nucleo delle visioni psichedeliche... bull****. I funghi ad alte dosi erano letteralmente come essere rapiti dagli alieni di un disco volante. Ho quasi l'impressione che la maggior parte delle persone che affermano di comprendere gli psichedelici ne assumano dosi inferiori alla soglia. Non si tratta solo di forme e colori. Si va in un mondo alieno". 

Mentre un altro 'JovahkiiinVIII' ritiene che; 

"Onestamente non credo che sia possibile su schermi 2d. Abbiamo un senso intrinseco della profondità e dello spazio 3d che significa che possiamo allucinare cose che non solo sono impossibili da esistere, ma anche da rappresentare in qualsiasi medium contemporaneo".

Restate sintonizzati per altri frattali!

I computer non saranno mai in grado di comprendere completamente l'esperienza spirituale che gli esseri umani vivono durante un viaggio psichedelico. Se è vero che questi frattali geometrici sono una parte fondamentale dell'allucinazione visiva, è anche vero che ogni persona, così come lo psichedelico, ha il proprio sapore individuale, che influenzerà l'esperienza. Tuttavia, possiamo essere d'accordo sul fatto che queste immagini accidentali della DMT sono molto belle. E una forma di arte psichedelica a sé stante. Dopo tutto, si basano su immagini create dall'uomo che rappresentano una vera esperienza psichedelica.

Soddisfatti e sorpresi dei risultati ottenuti, Kins e il suo team stanno lavorando a un modello di intelligenza artificiale ancora più avanzato per produrre un numero maggiore di "repliche". Quindi, se avete voglia di nuovi e gustosi frattali, potreste non dover aspettare a lungo! Per ora, date un'occhiata all'incredibile video per intero qui!