La nostra capacità di riconoscere e percepire i sentimenti degli altri è uno strumento magico. Dopo tutto, si dice gli occhi sono la finestra dell'anima. Oggi, in un mondo di schermi e scorrimento, è importante utilizzare ancora l'abilità essenziale che condividiamo con la nostra famiglia animale: la capacità di intuire e leggere l'altro. Questo è noto come "riconoscimento delle emozioni nelle espressioni facciali". (o REFE). 

Foto di Christina @ wocintechchat.com su Unsplash

Un'antica forma di comunicazione

E non stiamo parlando di un tipo di squallida leggere il linguaggio del corpo per ottenere ciò che si desidera truffe che si susseguono a ritmo incalzante. Stiamo parlando dell'antico modo pre-linguistico con cui gli esseri umani hanno sempre comunicato. Da piccoli impariamo osservando il linguaggio del viso e del corpo dei nostri familiari e questo gioca un ruolo importante nella cultura che ereditiamo. Naturalmente, il contesto di ciò che leggiamo è importante, e a volte si do sbagliare. Ma, di norma, il nostro istinto è piuttosto potente. Uno dei nostri tratti più importanti come esseri umani - l'empatia - si basa sulla comprensione e sulla simpatia per le esperienze degli altri. La lettura delle espressioni facciali è un aspetto fondamentale. 

Foto di Pacto Visual su Unsplash

Gli psichedelici possono ridurre il riconoscimento delle espressioni facciali negative

Questa abilità evolutiva essenziale è ancora un argomento stimolante per la ricerca e l'analisi, soprattutto se combinata con l'attuale fiorente campo di ricerca sugli psichedelici. E i risultati hanno è di prossima pubblicazione. Un 2019 sistematico recensione di otto studi precedenti sugli psichedelici ha trovato un risultato intrigante. Lo studio, pubblicato su Progressi terapeutici in psicofarmacologia, e realizzato da un'équipe dell'Università di San Paolo, ha scoperto che gli psichedelici come la psilocibina e l'LSD riducono il riconoscimento delle espressioni facciali negative da parte dell'utente. Ciò è dovuto all'effetto modulante che gli psichedelici hanno sulla amigdala attività. 

Un trattamento per i disturbi dell'umore

Si tratta di una notizia entusiasmante per le persone che hanno difficoltà a leggere gli stati emotivi, come quelle che soffrono di ansia e di disturbi dell'umore. Per esempio, una persona con un disturbo d'ansia è più propensa a concentrarsi sulle emozioni negative, a scapito di quelle positive. Ciò significa che la persona che ne soffre si aggrappa e interiorizza gli spunti negativi. Questo rafforza il sistema nervoso iperattivo che può causare il disturbo. Si inizia a credere che tutti coloro che ci circondano abbiano intenzioni negative o sentimenti negativi nei nostri confronti. Allo stesso modo, diventa più difficile riconoscere o credere anche agli spunti emotivi positivi.

Foto di That's Her Business su Unsplash

Fortunatamente, se la nostra REFE viene migliorata, ha un effetto terapeutico positivo. Gli autori dello studio si sono concentrati sulla classe degli allucinogeni serotoninergici. Questa comprende la psilocibina dei funghi magici, l'LSD, la mescalina e la DMT. Questi derivati della triptamina si legano ai nostri recettori della serotonina-1a, che provoca sensazioni di appagamento, e ai recettori della serotonina-2a, che causano l'"esperienza mistica". Questa combinazione provoca una maggiore sensazione di soddisfazione e facilità, aumentando al contempo la lucentezza e l'eccitazione della vita quotidiana. 

Gli psichedelici aumentano il nostro senso di connessione

Gli psichedelici hanno anche la qualità di far sentire l'utente meno isolato. Il mondo non riguarda più solo loro, ma tutti esseri. In questo modo gli psichedelici possono rappresentare un modo più olistico di trattare condizioni che in precedenza erano di competenza di Big Pharma. Rafael Guimarães dos Santos, borsista post-dottorato, ha commentato lo studio;

"Alterare l'elaborazione emotiva modificando il riconoscimento delle emozioni facciali potrebbe essere uno dei meccanismi coinvolti nelle potenzialità terapeutiche dell'ayahuasca e di altri allucinogeni serotoninergici".

via Pixabay

I ricercatori hanno trovato 62 studi che rispondevano ai loro criteri e gli otto su cui hanno scelto di concentrarsi sono stati quelli che hanno analizzato la psilocibina o l'LSD. Naturalmente, la qualità degli studi variava. Alcuni erano piccoli o non controllati con placebo, come hanno riconosciuto gli autori del documento. Tuttavia, hanno concluso;

"Gli studi esaminati hanno mostrato che una singola dose o poche dosi di LSD o psilocibina erano associate a un modello modificato di riconoscimento delle emozioni negative che potrebbe essere interpretato come benefico, dal momento che molti di questi studi hanno mostrato che queste modifiche erano correlate con aumenti dell'umore positivo e/o effetti ansiolitici e antidepressivi".

Esiste una correlazione tra le condizioni depressive e l'aumento delle risposte nell'amigdala, che è la parte del cervello che controlla la risposta di lotta o fuga. Ciò che entusiasma i ricercatori è che gli allucinogeni serotoninergici riducono le risposte negative del cervello. Psichedelici do influenzano anche altre regioni cerebrali, ma il focolaio della depressione e dell'ansia sembra essere situato in quest'area. 

Il potere dello stupore

Secondo un'altra teoria, l'effetto potrebbe essere dovuto alle qualità di stupore degli psichedelici. Le sensazioni di stupore, che sono travolgenti e allo stesso tempo umilianti, sono ritenute uno degli effetti terapeutici vitali degli psichedelici. Il senso di connessione e di appartenenza a qualcosa di più grande è l'antitesi dell'ansia, che al suo apice fa sentire completamente soli al mondo. 

Foto della NASA su Unsplash

Liberando le persone dall'attenzione per le emozioni negative e restituendo loro la capacità di riconoscere quelle positive, gli psichedelici sono una parte essenziale della cura della salute mentale. O, almeno, dovrebbero presto essere. Con un numero sempre maggiore di persone alla ricerca di alternative naturali e non dannose ai farmaci tradizionali, studi come questo non faranno che aumentare il volume della richiesta di approfondire la ricerca sugli psichedelici. 

Vedere il bene nelle persone

La moderazione della risposta alla paura è importante nel trattamento terapeutico di molte malattie. Per un numero significativo di persone, gli attuali regimi antidepressivi non funzionano. È giunto il momento che studi psichedelici su larga scala prendano il sopravvento.

La psilocibina ci aiuta letteralmente a vedere il buono nelle persone. Piuttosto forte, eh?