Si è sentito parlare molto di terapia assistita da psichedelici nell'ultimo anno o giù di lì. Ma l'avete mai vista utilizzata in situazioni mediche reali? Senza esclusione di colpi, con la promessa di cambiare la vostra vita per sempre?

Una nuova serie di documentari in quattro parti su Netflix intende fare proprio questo per il pubblico moderno. Si chiama Come cambiare ideaBasata sull'omonimo libro di Michael Pollan, pubblicato dal New York Times, la docuserie offre un'analisi approfondita di come i composti psichedelici abbiano modificato il panorama della scienza della salute mentale.

"Come cambiare idea" su Netflix

La docuserie è l'ultima proposta del regista premio Oscar Alex Gibney, in passato definito dalla rivista Esquire come "Il più importante documentarista del nostro tempo".. È noto per le sue profonde immersioni nei mondi segreti del comportamento delle sette. Tra queste (Going Clear: Scientology e la prigione della fede), traumi religiosi e coperture sistemiche (Mea Maxima Culpa: Il silenzio nella casa di Dio), e Taxi per il Lato Oscuro. Questo documentario del 2007 sulle operazioni in nero in Afghanistan ha vinto il premio Oscar come miglior documentario.

Questa volta Gibney ha puntato l'obiettivo sull'emergente industria dei trattamenti a base di psichedelici, concentrandosi sull'uso di psilocibina (l'ingrediente psicoattivo dei funghi magici e dei tartufi)LSD, MDMA e mescalina. È l'autore stesso, Michael Pollan, a portare lo spettatore alla ribalta di queste nuove terapie che hanno il potere di modificare le vite, non solo le menti. 

La sinossi di Netflix per l'adattamento recita:

"Il regista premio Oscar Alex Gibney e New York Times-Michael Pollan, autore di bestseller, presenta questa serie di documentari in quattro parti, ciascuna incentrata su una diversa sostanza che altera la mente: LSD, psilocibina, MDMA e mescalina.

"Con Pollan come guida, viaggiamo verso le frontiere del nuovo rinascimento psichedelico - e guardare indietro a un contesto storico quasi dimenticato, per esplorare il potenziale di queste sostanze di guarire e cambiare le menti e la cultura".

Una "rappresentazione sofisticata

Gli episodi sono diretti dalla regista nominata agli Emmy Alison Ellwood e dalla regista due volte nominata agli Academy Award e vincitrice di un Emmy Lucy Walker. Tutte e quattro le puntate sono disponibili in streaming su Netflix in questo momento. È inoltre possibile vedere il trailer ufficiale di Come cambiare idea, raccontato dallo stesso Pollan, proprio qui:

Personale, intimo, esperienziale

In un intervista con Il New York TimesLa regista Alison Ellwood ha espresso il desiderio di una rappresentazione sofisticata dell'esperienza psichedelica. Una rappresentazione distaccata dai vertiginosi spunti visivi degli anni '60:

"Non volevamo cadere nella trappola dell'utilizzo di tropi visivi psichedelici - colori selvaggi, strisce arcobaleno, immagini morphing, e di mantenere uno stile visivo più personale, intimo ed esperienziale.

"Volevamo che le persone che guardano la serie e che non hanno avuto esperienze psichedeliche personali fossero in grado di relazionarsi con le immagini".

Il trailer, come mostrato sopra, non nasconde la doppia natura del consumo di droga nel suo complesso. Il filmato illustra i rischi legati all'uso di droghe pesanti come la cocaina e l'eroina. Il presente crisi degli oppioidi  in Canada e negli Stati Uniti ne è un esempio fondamentale.

Tuttavia, mostra anche i potenziali benefici che si possono ottenere dalla terapia del colloquio assistita da psichedelici, come ad esempio più duraturo sollievo dalla depressione rispetto agli antidepressivi. I composti psichedelici possono diventare uno strumento per aprire la mente e lavorare per trovare una soluzione ai problemi di salute mentale.

(Immagine via Netflix)

Pollan ha sottolineato l'importanza di morte dell'ego - uno stato mentale alterato che può essere innescato con dosi massicce di psilocibina e di altri composti - nella stessa intervista con il I tempi:

"L'ego è una membrana tra voi e il mondo. È difensivo e molto utile. Fa fare molte cose, ma si frappone anche tra noi e le altre cose e ci dà questa dualità soggetto-oggetto. Quando l'ego non c'è più, non c'è più nulla tra voi e il mondo.

"Ottenere una prospettiva sul proprio ego è qualcosa su cui si lavora in psicoterapia. Ma a me è successo nel corso di un pomeriggio, ed è questo l'aspetto notevole".

Affascinato da tutto

Pollan ricorda una cena a Berkeley, in California, alla fine del 2012, che aveva tra i suoi ospiti una nota psichiatra dello sviluppo sulla sessantina. Ciò che ha detto sugli psichedelici, non da ultimo il suo proprio con un recente viaggio in LSD, ha suscitato l'interesse di Pollan.

"Persone come che stanno prendendo l'LSD?".

La psichiatra ha poi rivelato che il suo viaggio psichedelico l'ha aiutata a capire come i bambini percepiscono il mondo che li circonda. Come racconta Pollan a Il New York Times:

"La sua ipotesi era che gli effetti degli psichedelici, in quel caso l'LSD, ci dessero un assaggio di come sarebbe stata la coscienza infantile: questo tipo di assorbimento a 360 gradi delle informazioni, non particolarmente concentrato, affascinato da tutto".

A quel punto, Pollan era venuto a conoscenza del fatto che i medici, nell'ambito di studi clinici, stavano somministrando psilocibina ai pazienti affetti da cancro come metodo per affrontare l'ansia della morte. È possibile che la terapia psichedelica sia destinata a rimanere? Pollan era determinato ad andare a fondo della questione. Nel 2015 ha scritto un articolo intitolato "Il trattamento del viaggio" per Il New Yorker. Lo stesso articolo è poi diventato il fenomeno letterario Come cambiare idea nel 2019.

(Foto di Pollan di Roger Doiron via Flickr; Creative Commons)

La lettera promozionale di Pollan per il libro descriveva senza mezzi termini le sue scoperte sulla terapia a base di psilocibina:

"Ho intervistato un certo numero di malati di cancro che, nel corso di una singola sessione guidata sulla psilocibina, hanno avuto un'esperienza mistica così potente che la loro paura della morte è svanita o è scomparsa del tutto".

Riflessioni su Pollan

Nonostante il successo di Come cambiare ideaI lettori sono spesso sorpresi di sapere che Pollan non ha mai sperimentato psichedelici da giovane. Nemmeno una o due sigarette! L'autore si è imbattuto nel mondo degli psichedelici molto più tardi. 

Dopotutto, era solo un bambino durante il L'estate dell'amore e fortemente limitati dalla caccia alle streghe anti-LSD e dalla Guerra alle Droghe che si scatenò negli anni '70. Niente più ricerca scientifica illimitata sull'LSD e sulla psilocibina, come Timothy Leary negli anni '50. 

Fortunatamente, Pollan riuscì a soddisfare la sua curiosità e decise di sperimentare i composti tripposi per vedere cosa c'era sotto - una conversione che è durata fino ad oggi.

"A questa età, a volte è necessario essere scossi dai propri solchi. Dobbiamo pensare a queste sostanze in modo molto chiaro, buttando via il pensiero ereditato e chiedendoci: "A cosa serve?"".

(Immagine via Netflix)

Una nuova visione della cultura psichedelica

Pollan, a 67 anni, è un sostenitore dell'alimentazione sana - il suo ultimo libro, Questa è la vostra mente sulle pianteè uscito qualche giorno fa. È molto serio su quali sostanze fanno bene e quali no. E anche se gli psichedelici si sono guadagnati la fama di essere "a ruota libera" come quello di Ken Kesey Test acidi (che erano anche grandi feste) negli anni '60, Pollan vuole chiarire che egli sostiene un percorso diverso, piuttosto che la "Accendere, sintonizzarsi e abbandonare". come fece Timothy Leary all'epoca.

"I ragazzi andavano nelle comuni e i ragazzi americani si rifiutavano di andare in guerra. Il presidente Nixon credeva che l'LSD fosse responsabile di tutto questo, e forse aveva ragione. Era una forza molto dirompente nella società".. È per questo che credo che i media dopo il 1965 si siano rivoltati contro di essa, dopo essere stati incredibilmente entusiasti prima del 1965".

Oggi Pollan è il cofondatore del Centro per la Scienza degli Psichedelici dell'Università della California Berkeley. L'autore è stato persino citato in un episodio di Hacks su HBO Max, in cui un personaggio esaltava il potere del Come cambiare idea. E negli Stati Uniti, l'adattamento di Netflix della sua opera è entrato nell'ambita Top 10 List del servizio.

Esplosione delle sperimentazioni cliniche

Charles Grob, professore di psichiatria e pediatria presso l'UCLA e convinto sostenitore della terapia psichedelica, ha osservato la lentezza rinascita di questa branca della scienza negli ultimi anni:

"Dall'inizio degli anni '70 all'inizio degli anni '90, non c'è stata alcuna ricerca psichedelica approvata su soggetti umani. Da allora, lo sviluppo della ricerca è riemerso e si è lentamente evoluto, fino agli ultimi anni in cui l'interesse professionale e pubblico per l'argomento sembra essere esploso."

(Foto di tartufi magici via Wholecelium)

Il professore si riferisce alla recente ondata di approvazioni di studi clinici da parte della Food and Drug Administration statunitense. (FDA) e la Drug Enforcement Administration (DEA). Si tratta di una decisione che arriva da tempo dalle stesse agenzie che negli anni '60 e '70 avevano denunciato a gran voce gli psichedelici. C'era anche la scienza spazzatura che veniva diffusa sull'LSD. "fare casino" cromosomi. Questo ha portato a rendere il composto illegale in California nel 1966 e in tutti gli Stati Uniti nel 1970. 

Lo stigma che ne derivò colpì tutti gli altri psichedelici, compresa la psilocibina. Gli scienziati ebbero paura di andare avanti con gli studi sugli psichedelici esistenti. Non sarebbero stati in grado di farlo per molto tempo, fino al lento riemergere nel XXI secolo. 

Fortunatamente, le leggi americane hanno iniziato a cambiare la loro posizione nei confronti della psilocibina e di altri psichedelici di origine naturale. Stati americani come l'Oregon hanno depenalizzato il possesso e l'uso di funghi magici per uso medico e ricreativo. Una serie di prossime leggi modifiche mostra il potenziale per una più ampia accettazione di funghi e simili. 

Un diario di viaggio mentale per l'età moderna

Come cambiare ideaSia la docuserie che il libro da cui è tratta sono il viaggio intellettuale perfetto da intraprendere in un'epoca di scetticismo e crescente sfiducia nella medicina tradizionale. Come il libro, gli episodi in streaming fungono da "Diario di viaggio mentale" (come direbbe Pollan) della strana e selvaggia storia degli psichedelici in America. E la promessa di ciò che ci aspetta, sotto forma di terapia assistita dagli psichedelici. 

(Immagine via Netflix)

Se avete voglia di vivere un'esperienza mozzafiato nel comfort di casa vostra, perché non sintonizzarvi su Come cambiare idea? Non solo imparerete le origini dell'uso degli psichedelici - in particolare della psilocibina, dell'LSD, dell'MDMA e della mescalina - ma vedrete anche in prima persona come queste sostanze incomprese stanno cambiando la vita di coloro che vivono con depressione resistente, ansia, PTSD e dipendenza.

Non si tratta di un trucco magico, ma come dimostrano le colorate ricerche di Pollan, la capacità di cambiare per tutta la vita che gli psichedelici possono offrire è qualcosa di cui entusiasmarsi...


*Tutti e quattro gli episodi della serie limitata Come cambiare idea sono ora disponibile in streaming su Netflix. Dai produttori esecutivi Alex Gibney e Michael Pollan, una serie di documentari basata sull'omonimo bestseller di Pollan.