Gli psichedelici, di regola, sono associati a mentale piuttosto che fisico viaggio. Dopo un viaggio con funghi o LSD è probabile che ci si trovi in un "luogo" completamente diverso - anche se non si è in realtà non si è mosso fisicamente per niente. E perché dovresti volerlo fare? La tua esplorazione interiore e la capacità di vedere immagini da brivido anche solo fissando un muro bianco riducono un po' il bisogno di andare a spasso.

Gli psichedelici possono aiutare le prodezze atletiche?

Ci sono alcuni racconti di psichedelici aiutare prodezze sportive, come il filo iconico di superstar lanciatore di baseball Doc Ellis. Ha lanciato un no-hitter nel 1970, (questa è una buona cosa nel baseball a quanto pare!) e attribuisce in parte le sue abilità con la palla al fatto che stava inciampando palle durante il gioco. Più di recente, noi e altri investigatori psichedelici abbiamo indagato le affermazioni che il microdosaggio di psichedelici può aiutare con prodezza atletica. A quanto pare aumentando la vigilanza, e aiutando l'atleta a raggiungere uno "stato di flusso" - una condizione favorevole a quel favoloso magia sportiva accadendo. È un nuovo ed eccitante campo di esplorazione. 

Foto di Nicolas Hoizey su Unsplash

Ma c'è un altro ibrido psichedelico-sportivo che sta illuminando i forum e le bacheche. E, mentre noi non necessariamente raccomandiamo o consigliamo a nessuno di provarlo, è un concetto piuttosto interessante. Piuttosto selvaggio anche. Stiamo parlando del mondo di maratona sugli psichedelici. 

Sì, sembra pazzesco, ma è un cosa. 

Aneddoti degli psiconauti di resistenza

Il più famoso, questo argomento è stato esplorato nel libro di Lewis Simon Drake: Runner's High or: Come ho corso un'ultramaratona in trip su una droga psichedelica: The Easy Guide to Doing What You Should Not. Sebbene sia un po' una boccata d'aria, così come una presa in giro, questo libro esplora la vera esperienza di Drake che corre una "ultra maratona" di 50 miglia mentre si fa di LSD. Dalle sue perplessità iniziali sull'intero progetto, ai suoi picchi orgasmici durante la corsa, al suo frequente innamoramento con altri corridori, egli dipinge un quadro di un indimenticabile, e molto intenso esperienza. 

"È stato... è stato qualcosa". Era stata una lunga giornata ed erano successe molte cose. Avevo pianto per lo tsunami del 2004, mi ero innamorato... sia di una donna che di un uomo. Avevo corso 50 miglia in 10 ore e 21 minuti, forse diventando la prima persona a correre un'ultramaratona in trip da LSD".

Il libro in questione

Drake racconta Mel Magazine, riflettendo sulla bizzarra esperienza. Ma, nonostante tutto, ci è riuscito. E qui sta la cosa interessante delle attività di resistenza durante il trip: è improbabile che lo psichedelico stesso ti renda fisicamente incapace di completare il compito. Se voi può Se sei in grado di correre una maratona da sobrio, è molto probabile che tu possa anche completarne una mentre sei fatto. Quello che dovete prendere in considerazione è come distrazione gli psichedelici possono essere in termini di emozioni e visioni. Quell'albero potrebbe finire per sembrare più interessante del traguardo... Tuttavia, è può essere fatto!

Un'esperienza trasformativa

Ci sono vari account - articoli, blog, thread di Reddit - dove le persone discutono le loro esperienze con gli sport di resistenza e gli psichedelici. Su Medio, lo scrittore Ben Richards racconta la storia della sua "fell run" di 24 miglia (un'intensa corsa collinare nella campagna gallese) che ha completato sotto l'influenza dell'LSD. Pur non sostenendo che gli altri debbano necessariamente copiare, egli dipinge un quadro di un'esperienza trasformativa;

"Credo di essere arrivato a circa 2 ore di corsa... Ed è stato a questo punto che ho cominciato a sentire un totale senso di euforia. Sapevo che l'acido non mi avrebbe abbattuto. Mi sentivo anche sorprendentemente in grado di correre. I miei polmoni stavano bene. Più che bene. E il mio corpo era fantastico. Mi sentivo più leggera, più gonfia, più piena di energia. Mi sono aperto un po' e ho iniziato a correre più velocemente. Tanto veloce quanto il mio istinto mi sembrava sensato."

Foto di Avi Theret su Unsplash

Naturalmente, verso la fine della corsa, inizia il pedaggio fisico, di fronte alla realtà dell'attività. Questo sarebbe il caso di quasi tutti i corridori che affrontano 24 miglia ripide. E Richards ammette di non essersi allenato. Tuttavia, gli effetti spirituali sono stati vasti - a due settimane dal trasferimento a New York, ha scelto il suo compito potenzialmente avventato come un modo per metabolizzare i grandi cambiamenti che stavano per avvenire nella sua vita. Alla fine dell'articolo spiega che ha continuato a sperimentare la corsa, sia con gli psichedelici che da sobrio, alla ricerca dello "sballo del corridore". 

Ultramaratona del Burning Man

Altre storie raccontano una storia simile di ricerca di autotrasformazione. Molte persone prendono gli psichedelici sia per confrontarsi che per esplorare se stessi. Molte persone usano l'esercizio di resistenza per lo stesso motivo. Non sembra così irragionevole pensare che potrebbe essere un'accoppiata interessante - con le giuste condizioni, naturalmente. 

Una società (Penso che si possano chiamare così?) che vibrava con l'idea molto prima che diventasse un argomento del blog sono, naturalmente, i 'Burners' di Uomo bruciante festival. Dire che Burning Man è radicale è un eufemismo, e il suo Ultramaratonache si svolge intorno alla temporanea Black Rock City, inizia alle 5 del mattino per evitare il caldo del deserto del Nevada. È anche sicuro di dire che da quando si è verificata questa manifestazione, ci sono state probabilmente almeno alcune persone che l'hanno eseguita sotto l'effetto di psichedelici - voglio dire, è Burning Man...

Alba a Black Rock City (Foto di Obie Fernandez su Unsplash)

Un modo per guarire

In un recente articolo su Psymposia 'bruciatore', e corridore, Sarah Rose Siskind ha condiviso la sua storia di correre la 50K (sono 31 miglia!) Burning Man Ultramarathon sotto LSD. Avendo avuto un'esperienza traumatica legata alla droga nell'edizione 2018 del festival, Sarah era tornata per guarire nel suo modo psichedelico. Le droghe che aveva accidentalmente preso nel 2018 erano una miscela di fentanyl e PCP che l'aveva lasciata paralizzata per 9 ore - riprendendosi dopo essere stata curata dai volontari del Progetto Zendo. Il ritorno a Black Rock City, il viaggio psichedelico programmato e la corsa stessa avevano lo scopo di lasciarsi questa esperienza alle spalle.

I bruciatori si avvicinano (Foto di Bry Ulrick su Unsplash)

Dopo aver completato la corsa, Sarah riconosce che è stato un atto estremo, ma per lei quello giusto.

 "C'è sicuramente un'argomentazione da fare su quanto sia gratuito. Ma in una certa misura, era intenzionale... Ci sono così tanti miti da sfatare sugli psichedelici. Uno in particolare è che diminuiscono la motivazione a fare le cose. Se sei persone pensano che sia gratuito, ma una persona ha aperto un po' gli occhi, per me ne vale la pena".

Finora, così intrigante - ma principalmente aneddotico. Cosa dice la scienza, se c'è qualcosa, sull'argomento? 

C'è qualche scienza dietro?

Beh, finora non ci sono stati studi specifici su questo argomento. Tuttavia, ci sono varie teorie relative alla ricerca parallela. 

Il giornalista Alex Hutchinson teorizza che gli atleti di resistenza, come i corridori o i ciclisti, sono in realtà spesso ostacolati dalla percezione della fatica del loro cervello piuttosto che dalla fatica effettiva.

In un'intervista con Recensione psichedelica Hutchinson spiega;

"Non c'è dubbio che la percezione dello sforzo sia mediata dal cervello, anche se molti degli input - temperatura, frequenza cardiaca, livelli di ossigeno e così via - provengono da altre parti del corpo... E negli sport di resistenza, se si può cambiare la percezione dello sforzo, si può cambiare la performance. Quindi l'idea che gli psichedelici possano aumentare le prestazioni non è del tutto stravagante".

Foto di Quino Al su Unsplash

Questo non significa che improvvisamente si ottiene una nuova abilità - piuttosto che si può spingere l'abilità che si ha più avanti. Si tratta solo di chimica. La chimica del cervello. La serotonina è collegata alla riduzione della stanchezza, quindi ne consegue che gli effetti di imitazione della serotonina degli psichedelici potrebbero avere un effetto qui. 

Il nostro vecchio amico DMN

La rete in modalità predefinita (DMN) è la chiave per la nostra comprensione di come gli psichedelici, come i funghi, influenzano il cervello. Gli psichedelici hanno un effetto calmante sul DMN, che regola il nostro senso di sé e la comprensione sociale. Condizioni di salute mentale come depressione e PTSD sono stati trovati trattabili con gli psichedelici. Ciò è dovuto a questa riduzione temporanea del potere del DMN che può diventare iperattivo e causare i modelli negativi di pensiero e di comportamento associati a queste condizioni. 

Foto di Natasha Connell su Unsplash

Allo stesso modo, questa teoria potrebbe essere vantaggiosa per l'atleta di resistenza, riducendo la possibilità di dubitare di sé stessi di fronte all'enormità del compito da svolgere. Inoltre, una riduzione del pensiero del "sé" potrebbe aiutare l'atleta a concentrarsi sull'esperienza della gara, cioè essere "nel momento".

Infine, se tutto va bene con il tuo umore, il tuo dosaggio e la tua vibrazione ci sono molte attività che sono illuminate dall'aggiunta di psichedelici! (Cerchiamo di essere ragionevoli però... eh?) Naturalmente la corsa potrebbe essere una di queste - specialmente fuori nella natura! 

Olimpiadi degli psichedelici e compromessi ragionevoli

Quindi, anche se non vi stiamo consigliando di correre qualche ultramaratona, è un pensiero interessante che sicuramente sarà ulteriormente studiato nel prossimo futuro! Immagina - la maratona alle Olimpiadi del 2036, corsa da sorridenti figli dei fiori, che vibrano sul sensazione della corsa.

Ok, forse non lo vedremo per un po'... ma nel frattempo... perché non prendere una piccola dose di funghi e fare una passeggiata nel parco? Mmm amiamo i compromessi!