Negli ultimi due anni la psilocibina - il principio attivo dei funghi magici e dei tartufi - è stata presentata come la grande speranza nel trattamento della salute mentale. Innalzata in alto sulle spalle dello studio e della ricerca scientifica, questa sostanza, precedentemente messa insieme a droghe pericolose come l'eroina e la cocaina, sta avendo un cambiamento d'immagine atteso da tempo. 

via Creative Commons

Un'amara ironia per chi soffre di depressione

Non può davvero arrivare abbastanza in fretta. Non solo è abbastanza folle che una sostanza classificata la droga ricreativa meno pericolosa (con il molto legatol grado di alcolicità è almeno 10 volte più probabile che ti faccia finire in un pasticcio!) è ancora proibito, ci sono milioni di persone in tutto il mondo che potrebbero beneficiare della magia della psilocibina. 

Finora, questo composto prodigioso è stato visto per trattare condizioni che vanno da depressione, PTSD, ansia, dipendenza, e disturbi alimentari. È davvero molto eccitante. Tuttavia, fino a poco tempo fa c'è stato amara ironia attaccato a questa fiorente storia di successo. Per molto tempo la conoscenza accettata era che gli effetti desiderati della psilocibina sarebbero stati smorzati dall'uso dei tradizionali farmaci antidepressivi e ansiolitici. L'obiettivo principale era Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina o "SSRI". 

Foto di Nastya Dulhiier su Unsplash

Pensateci... coloro che più desiderano l'aiuto che la psilocibina fornisce, sono ostacolati dai farmaci che stanno prendendo ora. A proposito di ingiustizia!

I problemi con gli SSRI

E ci sono molte ragioni per cui qualcuno potrebbe desiderare di abbandonare i farmaci tradizionali. Naturalmente funzionano per molte persone. Ma per molte persone non funzionano. Può essere che non abbiano alcun effetto o che ne abbiano molto poco. Che creano un intorpidimento emotivo che non può essere sopportato. Che i molti effetti collaterali sono troppo da gestire. O anche che l'utente non vuole mettere sostanze chimiche innaturali nel suo corpo. 

Per quanto alcuni dei loro utenti possano lottare con loro, per molti si tratta di farmaci - o soffrono la versione più paralizzante della loro depressione o ansia. Questo mette a rischio la loro stessa sicurezza, così come le relazioni con i loro cari, e gli impegni professionali. 

Foto di Gadiel Lazcano su Unsplash

Sia la psilocibina che gli SSRI interagiscono con il neurotrasmettitore serotoninama in modi molto diversi. Gli SSRI intrappolano la serotonina nel cervello, e spesso possono smussare la risposta emotiva. Al contrario, la psilocibina si lega e stimola i recettori, aumentando effettivamente la connessione emotiva. 

In precedenza, si raccomandava che un utente di SSRIs dovrebbe disintossicarsi prima di iniziare a medicarsi con la psilocibina. Per molti utenti questo è un problema perché sperimenteranno una sostanziale astinenza fisica e mentale, così come un ritorno dei sintomi della loro condizione. È molto da chiedere, soprattutto quando il trattamento che si desidera è illegale o di difficile accesso in molti luoghi. 

Nuovi studi mostrano che si possono combinare SSRI e psilocibina

Quindi è con suprema eccitazione che possiamo riferire che due studi recenti, che sono stati pubblicati a poche settimane l'uno dall'altro alla fine del 2021, indicano che questo è effettivamente non il caso. È possibile combinare SSRI e psilocibina senza effetti negativi su entrambe le sostanze! 

In primo luogo dalla società di biotecnologia MindMedche nel novembre 2021 ha rilasciato dati che hanno mostrato come la psilocibina e gli SSRI interagiscono negli esseri umani. Lo studio, condotto dall'Ospedale Universitario di Basilea, ha scoperto che i partecipanti che stavano usando l'SSRI escitalopram ancora sperimentato gli effetti positivi dell'umore della psilocibina. Avevano anche un potenziale ridotto per gli effetti negativi che la psilocibina può causare come l'ansia, rispetto al gruppo placebo. 

Foto di jesse orrico su Unsplash

Nello studio, alcuni partecipanti hanno ricevuto 10 mg di escitalopram al giorno per sette giorni, poi 20 mg al giorno per i sette giorni successivi, compreso il giorno della somministrazione della psilocibina. Gli altri, due settimane di un placebo fino alla somministrazione di psilocibina. 

Rispondere alle domande chiave

Il ricercatore principale dello studio, il dottor Matthias Liechti, ha spiegato le domande a cui speravano di rispondere con la loro ricerca:

"Primo, per ragioni di sicurezza, un paziente dovrebbe smettere di usare antidepressivi prima di ricevere la psilocibina? Secondo, se non ci sono rischi per la sicurezza, l'antidepressivo ridurrà la risposta del paziente alla psilocibina?"

E sono stati in grado di rispondere:

"Questi risultati indicano che la psilocibina può essere dosata durante il trattamento con escitalopram senza apparente impatto sull'effetto della psilocibina. Così, lo studio risponde alla prima domanda e fornisce un'indicazione positiva per la seconda." (Dr. Liechti) 

Un buon primo passo, con un pressante incentivo a fare più studi, come ha sottolineato la dottoressa Miri Halperin Wernli, presidente esecutivo di MindMed;

"Se i risultati sono confermati in studi successivi, con altre sostanze e in pazienti piuttosto che in individui sani, gli antidepressivi potrebbero non essere più necessari per il trattamento con psilocibina". 

I percorsi della bussola trovano lo stesso risultato

Oh, e non lo sai? In poche settimane Percorsi della bussola ha rilasciato i propri dati, con più di quella prova desiderata...

Nello studio di Compass Pathways sono stati trovati risultati comparabili nei partecipanti che erano ancora in regime di SSRI, e quelli che avevano interrotto il loro regime prima dello studio, quando è stato dato loro COMP360. COMP360 è una nuova estrazione di psilocibina creata da Compass Pathways specificamente per uso terapeutico. 

Il responsabile medico di Compass Pathways, Guy Goodwin, ha dichiarato:

"I risultati di questo studio sfidano la convinzione diffusa che l'uso di farmaci SSRI insieme alla psilocibina potrebbe interferire con l'effetto terapeutico della psilocibina. I nostri risultati forniscono un forte segnale che la terapia con psilocibina COMP360 potrebbe essere un trattamento aggiuntivo agli antidepressivi SSRI così come una monoterapia."

A La 'monoterapia' è un un farmaco trattamento. Quindi quello che è dicendo è che la psilocibina potrebbe essere usata sia come trattamento singolare (come sapevamo) e insieme agli SSRI. 

Sfatare il mito dei funghi magici!

Uff! Un bel po' di miti da sfatare. È una grande notizia per coloro che attualmente sono sotto SSRI e che vogliono sottoporsi a trattamenti con la psilocibina - spesso quelli che ne hanno più bisogno. 

Guardate questo spazio per altre scoperte positive!

E nel frattempo, ricordatevi di parlare sempre con il vostro medico se avete intenzione di fare un cambiamento ai vostri farmaci o alla vostra routine di benessere.