Quest'anno, Giornata mondiale della filosofia festeggia il suo 20° compleanno. Cade ogni terzo giovedì di novembre ed è un momento in cui ci si gratta la testa, si guarda in lontananza e si sospira; Qual è il senso della vita? O qualcosa del genere.

Questo è ciò che la maggior parte delle persone pensa quando si parla di capitale-P Filosofia comunque. Punti extra se avete una lunga barba bianca da accarezzare!

O una pipa, eh, Gandalf?

Tuttavia, sebbene questo sia talvolta ancora il caso nell'ambito della filosofia accademica, la Giornata Mondiale della Filosofia è stata istituita dall'UNESCO nel 2002 per celebrare "... il valore duraturo della filosofia per lo sviluppo del pensiero umano, per ogni cultura e per ogni individuo".

Novità! La filosofia è per tutti

In altre parole, non è un elitario cosa. In realtà, esiste per sottolineare che la filosofia è per tuttie che l'esplorazione del pensiero filosofico, (o pensiero aperto, interrogativo, innovativo, intelligente) è fondamentale per il continuo sviluppo di società, dialoghi e comprensione in tutto il mondo. Fondamentalmente, il pensiero è beneRagazzi!

Foto di Zachary Nelson su Unsplash

Filosofia e psichedelia

Naturalmente, se vi dilettate con gli psichedelici come psilocibina o LSD, probabilmente avete già fatto un po' di filosofia nel vostro tempo. I viaggi psichedelici sono noti per la loro capacità di cambiare la vita, alterando le prospettive, aiutandovi a conoscere il vostro "vero" io e persino introducendovi a un potere superiore. Nei sondaggi, molte persone che hanno avuto esperienze mistiche durante i trip le considerano come uno degli eventi più importanti della loro vita.

Per questo motivo, molti filosofi nel corso della storia sono stati attratti dagli psichedelici come mezzo per aprire ulteriormente le loro menti già indagatrici. Sebbene, ovviamente, le culture asiatiche e indigene americane utilizzino da secoli le sostanze psicoattive come strumenti per filosofare, nella tradizione filosofica occidentale, che ancora domina, l'uso è relativamente nuovo. A meno che, naturalmente, non si consideri la teoria secondo cui Platone, uno dei fondatori della filosofia occidentale come la conosciamo oggi, stava bevendo bevande psichedeliche segrete...

La società è stata costruita su una teoria psichedelica?!

Platone (nato nel 427 e morto nel 327), ha parlato a lungo di I misteri, una serie di eventi filosofici e spirituali che si tenevano nell'Antica Grecia. Il più prestigioso di questi è il Misteri Eleusiniche lo stesso Platone frequentava. Nel tempio di Demetra, i partecipanti bevevano una pozione chiamata kykeon, composto da acqua, menta, orzo e un elemento psichedelico. Non è chiaro quale sia l'ingrediente psichedelico. era, ma molti storici concordano sul fatto che era ci. Chimico Albert Hofmann suggerì che l'ingrediente fosse molto probabilmente la segale cornuta - un fungo parassita che può causare allucinazioni - da cui egli stesso sintetizzò l'LSD. 

via Flickr

Qualunque cosa fosse, ebbe certamente un effetto, con Platone che scriveva nel Fedro;

"Con una compagnia benedetta - noi seguendo la scia di Zeus, altri quella di qualche altro dio -... vedemmo la vista e la visione benedetta e fummo iniziati a quello che è giustamente chiamato il più benedetto dei misteri, che celebrammo in uno stato di perfezione ... essendo ammessi come iniziati alla vista di apparizioni perfette e semplici e calme e felici, che vedevamo nella pura luce, essendo noi stessi puri e non intrappolati in quello che portiamo con noi e che chiamiamo corpo, nel quale siamo imprigionati come un'ostrica nella sua conchiglia."

La mente contro il corpo

In questo passo Platone afferma un'idea che diventerà dominante in tutta la filosofia occidentale, e che rimane tale anche oggi: il corpo e la mente/anima sono separati. Il corpo è terrestre e pesante, una prigione 'shell'. La mente/anima vuole e può volare libera. Questo è dualismoe ha continuato a informare gran parte del cristianesimo... così come praticamente tutto il resto, nel bene e nel male. 

Se si segue questa storia, essa implica che la filosofia occidentale potrebbe essere stata ispirata, in parte, dagli psichedelici (!) Qualunque cosa si pensi della probabilità di questa teoria, è una cosa piuttosto folle su cui riflettere. 

Filosofia psichedelica moderna

Dopo la presunta seduta psichedelica di Platone, sono passati molti anni prima che i filosofi discutessero di uscire di nuovo dalle loro scatole. La cosa è cominciata con l'oppio e l'hashish nel XIX secolo, quando pensatori come Baudelaire e Thomas De Quincey hanno messo in pratica le loro idee e le loro idee. scandaloso avventure psichedeliche alla carta. Con l'avanzare del XIX secolo verso il XX, molti altri filosofi ormai famosi iniziarono a sperimentare sostanze psichedeliche come la mescalina, il protossido di azoto, la psilocibina e l'LSD. Tra questi Nietsche, Sartre, Benjamin e Foucault.

Nietzsche ha scritto: "Ci sono due stati in cui l'uomo arriva al sentimento estasiante dell'esistenza, cioè nel sogno e nell'ebbrezza".

Le porte della percezione

Forse il contributo più duraturo alla filosofia psichedelica che abbiamo oggi proviene, ovviamente, da Aldous Huxley, autore di Le porte della percezione (1954). La teoria di Huxley, a cui si è arrivati studiando altri filosofi, e L'idea che mi sono fatto assumendo psichedelici è che il nostro cervello sia in realtà un filtro, che trasmette la realtà per noi, piuttosto che costruirla. Il nostro cervello, nella normale vita di veglia, ci "protegge" dalla magia vertiginosa della verità cosmica. Il nostro cervello crea la porte della percezioneche gli psichedelici possono poi aprire. Huxley chiamava il cervello non filtrato il Mente libera". 

Negli anni '60 e '70 arrivò il filosofeggiare dei pionieri della psichedelia come Timothy Leary, Ram Dass, Stanislav Grof, Terence McKenna e il Shulgins. Tuttavia, dopo che gli psichedelici sono diventati illegali, la sperimentazione è diminuita, o perlomeno si è ridotta pubblico sperimentazione, della filosofia psichedelica era possibile. 

Oggi la filosofia psichedelica è stata rivitalizzata dalla crescente ondata di ricerca sugli psichedelici. Ora, spesso combinata con il campo della neuropsicologia, siamo in grado di valutare fisicamente vedere gli effetti degli psichedelici sul cervello, che si oppone al dualismo mente/corpo di Platone e altri. vedere i cambiamenti fisici che causano quelli psicologici. Siamo letteralmente testimonianza Le porte della percezione aperto?!?! Non si sa mai...

I filosofi di oggi trarrebbero beneficio dagli psichedelici?

Professore Dr. Thomas Metzinger, un filosofo teoretico tedesco, afferma che i ricercatori sulla coscienza oggi trarrebbero grande beneficio se fossero "ben percorse nello spazio dello stato fenomenico, se sono state coltivate in termini di ricchezza della propria esperienza interiore".

Allo stesso modo Peter Sjöstedt-HIl filosofo anglo-scandinavo, che insegna il primo corso di Filosofia e Psichedelica del Regno Unito presso l'Università di Exeter, afferma;

"La fenomenologia sublime e sconvolgente di tali eventi (e bisognerebbe almeno chiamarli eventi) non può non alterare il corso di un ricercatore mentale".

Qui, il 'eventi' ovviamente, si riferiscono ai viaggi psichedelici. Con tali sostenitori, è facile immaginare un futuro in cui gli psichedelici diventino una parte fondamentale della filosofia accademica. 

Come si può celebrare la Giornata mondiale della filosofia?

Ma come può tu Oggi festeggiate la Giornata Mondiale della Filosofia? Ecco alcune idee facili per farvi filosofare, con o senza l'aggiunta di psichedelici!

Leggete un po' di filosofia classica!

La scelta è ampia, ma si potrebbe iniziare con alcuni pensatori fondamentali, come Socrate, Platone, Lao Tzu, Decartes, Spinoza, Kant, Nietsche, de Beauvoir... la lista è infinita. E ricordate che questi libri può sono molto prolissi e densi. Non c'è da vergognarsi a cercare riassunti e spiegazioni online. A patto che capire la teoria, si può pensare a questo.

Foto di Joel Muniz su Unsplash

Leggete un po' di filosofia psichedelica!

Perché non legare il tutto in un bel fiocco? Ecco alcune letture chiave di filosofia psichedelica:

Le porte della percezione da Aldous Huxley

Essere qui ora di Ram Dass

La cosmologia gioiosa: Avventure nella chimica della coscienza di Alan Watts

Noumenautica: Metafisica - Metaetica - Psichedelia di Peter Sjöstedt-H

Pensate!

Una volta riempita la testa di ispirazione filosofica, perché non riflettere e giungere alle proprie conclusioni? Datevi il tempo di pensare. Sedetevi su una sedia comoda e lasciatevi interrogare -. tutto. 

Che cosa intende lo scrittore? Perché lo pensa? Cosa ne penso io? E cosa posso farci?

Anche se non vi è piaciuto il testo che avete letto, anche questo è valido.

Foto di Joel Muniz su Unsplash

Prendete i funghi magici e pensate!

Vi state chiedendo come rendere più filosofici i vostri viaggi psichedelici? Riempiendo il tuo cervello di conoscenze, teorie e idee. prima di Durante il vostro viaggio con la psilocibina sarete sicuramente stimolati con nuove intuizioni e idee. Il filosofo Willam James ha detto di aver compreso solo il lavoro di Hegel. (un altro filosofo) quando è alta. Perché non provare? Potreste anche elaborare delle teorie radicali...

Buona Giornata Mondiale della Filosofia!

Allora, buona Giornata Mondiale della Filosofia a tutti! 


E ricordate che potete continuare a chiedere incessantemente Perché? tutto l'anno, non solo oggi! Non smettete mai di interrogarvi 😉