Che cos'è la morte dell'ego?

Prima di tutto, chi si è appena unito a noi potrebbe chiedersi: cos'è la morte dell'ego? Ecco una piccola spiegazione...

Che cos'è l'Ego? 

Probabilmente sapete cos'è un "ego". Tutti ne abbiamo uno. È il nostro senso di identità - il senso di sé - che si sviluppa nel corso della vita. Controlla il nostro comportamento in base alle norme e alle aspettative che incontriamo ogni giorno, aiutandoci a costruire la nostra identità come individui. Tuttavia, sebbene l'ego sia molto utile in molti modi, può anche causare difficoltà. 

Quando non riusciamo a soddisfare le aspettative che il nostro ego ha stabilito, basate su ciò che crediamo che la società si aspetti da noi, o anche sugli standard che abbiamo stabilito per noi stessi, possiamo cadere nell'ansia o nella depressione. Possiamo isolarci o sviluppare meccanismi di coping distruttivi. 

chi sei pezzi di Scarabeo
Foto di Brett Jordan su Unsplash

Che cos'è la morte dell'ego?

La morte dell'ego è una parte fondamentale del risveglio spirituale. Può essere raggiunta attraverso dosi elevate di alcuni psichedelici, come l'LSD o i funghi magici, oltre che con la meditazione trascendentale e altre pratiche spirituali. È quando si raggiunge un livello di coscienza così elevato che la ferrea presa dell'ego sulle nostre vite viene temporaneamente allentata. L'ego non può mai davvero morire, quindi la morte dell'ego (o dissoluzione dell'ego/trascendenza dell'ego/perdita dell'ego) si tratta più che altro di trascendere l'ego, di riuscire a vedere a volo d'uccello le regole che ci tengono in piedi e che formano la nostra identità personale. 

In questo modo abbiamo l'opportunità di vedere noi stessi e la nostra vita in modo obiettivo. Questo può aiutarci a individuare i cambiamenti da apportare per raggiungere la comprensione, la guarigione e la felicità. Il termine "morte dell'ego" è stato coniato da Freud, ma non lasciatevi scoraggiare. Per molte persone la morte dell'ego è un vero e proprio punto di svolta, addirittura descritto da alcuni come una salvezza che li ha aiutati a riconnettersi con se stessi e con il mondo circostante. (Leggi il nostro articolo Spiegazione della morte dell'ego qui)

persona con testa luminosa
via Creative Commons

Le 7 fasi della morte dell'ego

Si dice che la morte dell'ego abbia 7 stadi, non diversamente da quanto avviene per la morte dell'ego. 7 fasi del lutto dopo una morte "fisica. Questo perché - lo ribadisco - la morte dell'ego non è uno scherzo. Si tratta di scoprire il vostro vero sé; qualcuno che potrebbe nascondersi sotto strati e strati di false credenze e di ansia. Si tratta di spogliare e abbattere i muri, dopo di che si può ricostruire se stessi. Conoscere le fasi e poi i segnali può aiutare a capire e ad accogliere il processo. 

Fase 1: Il risveglio spirituale

La prima fase è il processo di "risveglio". La consapevolezza che le cose non vanno bene e che bisogna fare qualcosa. Questa sensazione di incertezza può provocare in alcuni un senso di ansia o di depressione, una sorta di crisi esistenziale. 

Fase 2: la "notte oscura dell'anima

Come è noto, la "notte oscura dell'anima" è un periodo di estrema messa in discussione e di elaborazione dolorosa prima della "salvezza" finale. Sebbene sia difficile, è una tappa necessaria sulla via del cambiamento. 

Fase 3: Inizia la ricerca spirituale

È qui che iniziate a cercare sollievo dal vostro turbamento spirituale. Vi rendete conto che per porre fine alla vostra sofferenza bisogna fare qualcosa, e voi siete gli unici che possono farlo. 

Fase 4: Illuminazione

È il momento in cui trascendiamo l'ego e abbiamo la possibilità di emergere come il nostro vero sé splendente. Questo momento può essere spaventoso. Si può avere una piccola visione della propria coscienza, si può essere colpiti da un'ondata di insignificanza e dalla gioiosa libertà che ne deriva. 

Fase 5: Crescita dell'anima

Questa è una fase di crescita e di realizzazione. La consapevolezza di essere stati bloccati in un ciclo di ansia, paura e irrazionalità dal nostro ego. Si tratta di concentrazione e autodisciplina: ora che ci siamo resi conto di questo, bisogna fare qualcosa. 

Fase 6: Lo spargimento della pelle

La sesta fase consiste nel "liberarsi della pelle". Si tratta di rinunciare a tutto ciò che si ritiene superfluo e che non fa parte di ciò che si è veramente. Modelli di comportamento negativi, discorsi scortesi, convinzioni che limitano ciò che sentite di poter fare, essere o raggiungere. Qui si fa spazio a nuove convinzioni e comportamenti. 

Fase 7: Ritrovare se stessi

Questa è la fine della ricerca, il culmine della vostra esperienza. Avete imparato che tutto ciò di cui pensavate di aver bisogno era dentro di voi da sempre. Riconoscete il vostro ego come uno strumento, ma sapete che non è così che vi misurate come persona.  

I 5 segni rivelatori della morte dell'ego

Ora conoscete le fasi che si devono attraversare per una morte dell'ego "vera e propria" o "completa", anche se queste saranno sempre leggermente diverse per ogni persona. Ma quando ci si trova effettivamente "dentro", nel profondo del processo, può essere molto travolgente. Per fortuna, potete identificare se state attraversando il processo facendo riferimento a questi 5 segnali rivelatori.

Naturalmente, quando si è in preda a un trip *duro* è difficile pensare in modo lucido. Inoltre, nel periodo successivo, può sembrare di essere immersi in un ginepraio di emozioni e rivelazioni confuse. Ma, imparando e integrando questi segnali, vi sarà più facile raggiungerli quando sarete immersi nell'oceano della vostra esperienza. 

Foto di Harry Quan su Unsplash

Segno 1: siete immersi in una "notte buia dell'anima".

Come abbiamo detto sopra, la "notte oscura dell'anima" è il punto più basso in termini di agitazione interiore. Se vi sentite così, potreste essere all'inizio del vostro viaggio di morte dell'ego. 

Segno 2: Vuoi diventare spirituale

All'indomani della morte dell'ego, o nel periodo precedente al tuffo, potreste trovarvi a gravitare verso pratiche più spirituali. Queste possono includere la mediazione, lo yoga, il lavoro sulla respirazione, le medicine olistiche e l'esplorazione psiconautica. Questo dimostra che siete alla ricerca, aperti e desiderosi di un cambiamento spirituale. 

Foto di Marcos Paulo Prado su Unsplash

Segno 3: siete "svegli".

Siete svegli, vi siete sintonizzati, siete diventati consapevoli. Avete visto oggettivamente come il vostro ego possa aver influenzato negativamente le vostre azioni e il modo in cui vivete la vostra vita. Iniziare a separarsi dal proprio ego dimostra che si è sulla buona strada. È difficile da spiegare, ma nel vostro intimo lo "saprete". 

Segno 4: le vostre priorità sono cambiate 

Potreste ritrovarvi con nuove priorità. Meno interessati a costruire una "immagine pubblica", potreste essere più interessati alla cura di voi stessi o a prestare ascolto a un amico. Non dovete più cercare conferme e le vostre azioni lo riflettono. 

Segno 5: vi sentite in contatto con un "potere superiore".

Quando trascendete il vostro ego, diventate più porosi verso il mondo che vi circonda. Invece dell'isolamento che sentivate in precedenza, avvertite una connessione luminosa e un'unità con l'universo e con tutto ciò che lo circonda. Dalle persone per strada, alle erbe che crescono nel vostro giardino, alle stelle in una notte limpida, sentite di essere parte di tutto questo. 

Foto di Omkar Jadhav su Unsplash